Storia: In visita alla prima malteria del Ticino

La cultura della birra incontra la vita di campagna

Nel Bellinzonese l'orzo biologico si trasforma in malto 100% biologico e ticinese.

Tra campi d’orzo biologico e stalle alimentate a energia solare, alla Masseria Ramello ha da poco aperto la prima malteria ticinese. Oltre a consentire ai birrifici della regione una produzione a km 0, la struttura offre degustazioni di birre locali, consigli esperti e tutto il fascino della vita rurale.

IL PERSONAGGIO

Manuel Bolliger e Adrian Feitknecht, fondatori della Malteria Ticinese

Manuel Bolliger e Adrian Feitknecht, fondatori della Malteria Ticinese
L’obiettivo è creare una cultura della birra. Perché la birra è un prodotto di classe che merita di essere apprezzato.

Nell’immaginario collettivo, una fattoria è fatta proprio così: oche schiamazzanti sul vialetto, il muggito di una mucca in lontananza, l’allegro scodinzolio dei cani che corrono curiosi incontro al visitatore. La Masseria Ramello, azienda agricola biologica con oltre un secolo di storia alle spalle, sorge a Cadenazzo, nel cuore del Piano di Magadino, tra vasti campi d’orzo, grano, mais e soia. Fiori gialli fanno capolino tra i fili d’erba, a riprova dei metodi di agricoltura biologica applicati dalla famiglia Feitknecht. Adrian, classe 1988 e fiero rappresentante della terza generazione di Feitknecht, è alla guida della fattoria.

LA STORIA COMPLETA


Gli uccelli hanno fatto il nido nel grande fienile tra la casa e la stalla, tradizionalmente usato come deposito di grano e materiali – e dall’anno scorso adibito anche a tutt’altra funzione. Adrian, infatti, lo ha scelto per realizzarvi assieme a Manuel Bolliger, amico di gioventù, consulente nel campo dell’energia solare e sommelier della birra, un sogno nel cassetto: la prima malteria del Ticino.

Imponente e futuristico: così appare l’impianto in acciaio inossidabile che troneggia in una stanza laterale del fienile e in cui ogni settimana vengono maltati 500 kg d’orzo da birra da agricoltura biologica. Manuel apre con orgoglio il grande portello per mostrare dove avviene il miracolo: il complicato processo della maltazione. Grazie alle alte temperature raggiunte dalla loro macchina, Manuel e Adrian sono in grado di offrire sia malti base che malti speciali, ad esempio per la birra rossa (Amber ale).

Siamo i primi in Ticino. Dal momento che coltiviamo solo orzo biologico, con il nostro malto i birrifici possono produrre birre biologiche al 100%. O vero whisky ticinese.

La decisione di sposare i principi dell’agricoltura biologica e della sostenibilità è la continuazione di una tradizione di famiglia. Già suo padre dava grande importanza a siepi naturali, benessere degli animali e colture speciali. Quando Adrian ha preso in mano le redini della fattoria, ne ha ufficialmente allineato la gestione ai severi requisiti dell’agricoltura biologica.

I prodotti coltivati in modo naturale hanno molti benefici, che si possono o meno misurare. Ad esempio, inquinano meno e sono più saporiti.

Pro tip
La Masseria Ramello, azienda agricola nota anche come B&B e scenario di feste nuziali ed eventi privati. È possibile prenotare, con servizio ristorazione, il giardino, il cortile e vari locali interni.
Lo sapevi che i malti speciali conferiscono alla birra colore e aroma? A seconda del metodo di produzione, la birra risulta mite, amara, corposa o con schiumosità stabile.
La Malteria Ticinese è una tappa obbligata per gli amanti della birra: offre degustazioni, corsi e consigli per un menù perfetto. Dispone, inoltre, di un negozio aperto al pubblico il venerdì e su appuntamento.
Cadenazzo

L’espansione della malteria è un obiettivo a lungo termine che Manuel e Adrian considerano più che raggiungibile. L’autorizzazione per un impianto 4 volte più grande di quello attuale ce l’hanno già. Intanto, chi vuole provare le squisite birre prodotte con il loro malto – con e senza alcol e glutine – ha modo di farlo, previa prenotazione, nella sala per le degustazioni con annesso negozio della malteria.

Quale sommelier della birra diplomato, infatti, Manuel si è posto una missione: trasmettere la cultura della birra. Attraverso visite ai campi e ai locali di produzione, corsi, degustazioni e speciali menu. Gli ospiti possono, su prenotazione, esplorare i segreti e sapori delle birre ticinesi, svizzere e del mondo intero.

In uno scenario d’eccezione: l’idilliaco paesaggio e l’atmosfera rurale della Masseria Ramello.

Cadenazzo

“Qui da noi si risale all’origine della birra.” 

CONDIVIDI 

CONSIGLIATO PER TE


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


Se ti va, possiamo fare due chiacchiere via mail. Iscriviti per ricevere nuove storie.



Storie

LA PROSSIMA STORIA