138432
Image 0 - Percorso delle fatiche delle donne di Indemini
Image 1 - Percorso delle fatiche delle donne di Indemini
Image 2 - Percorso delle fatiche delle donne di Indemini
Image 3 - Percorso delle fatiche delle donne di Indemini
Image 4 - Percorso delle fatiche delle donne di Indemini
Image 5 - Percorso delle fatiche delle donne di Indemini
Image 6 - Percorso delle fatiche delle donne di Indemini
Image 7 - Percorso delle fatiche delle donne di Indemini
Image 8 - Percorso delle fatiche delle donne di Indemini

Percorso delle fatiche delle donne di Indemini

Descrizione

Il percorso tra Gerra Gambarogno - Monti di Gerra - S.Anna - Indemini ci permette in parte di immaginare le fatiche delle donne di Indemini, che prima della costruzione della strada Vira-Indemini (1917-1920) partivano da Indemini con le loro gerle, cariche di prodotti da portare al piano (Gerra e S.Nazzaro), per poi farvi ritorno di nuovo con carichi enormi, di prodotti non reperibili a Indemini, in totale circa 8 h di cammino.

Sopra la fermata FFS di Gerra parte un erto sentiero che, tagliato dai tornanti della carrozzabile, sale fino alla parte occidentale di Ronco; da qui si continua sino ai Monti di Gerra.
Il sentiero conduce poi a est in leggera salita verso la valle di Cedullo: presso la fontana si riprende a salire passando accanto all'Azienda Pianascio, di una giovane coppia di agricoltori che vi abitano tutto l'anno, escluso il periodo estivo, trascorso sugli alpi in fondo alla Valle Verzasca.
Si riprende la salita attraversando boschi di faggio; ogni tanto qualche squarcio permette di godere una splendida vista sul Lago Maggiore.
Giunti finalmente al colle, si ammira l'antico oratorio di S. Anna, luogo di riposo obbligato per chi qui passava per necessità curvo sotto carichi enormi.
La frescura delle ampie selve ci accompagnerà pure nella discesa verso il suggestivo villaggio di Indemini, che rimane pur sempre molto seducente per la sua posizione, i numerosi angoli pittoreschi, il dedalo di vicoletti ben selciati, le arcate e i passaggi sotto le case rustiche con le «lobbie» a solatio.

Suggerimenti

  • Scarponcini da trekking
  • Berretto
  • Borraccia
  • Occhiali da sole
  • Crema protettiva
  • Cartina escursionistica
  • Macchina fotografica
  • Cibo

 

Montagnepulite: Questo progetto nasce per favorire la gestione efficace e sostenibile delle capanne alpine sul territorio ticinese. In particolare la gestione dei rifiuti. La gestione responsabile dei rifiuti in montagna è questione di buon senso. Tutti noi possiamo dare un contributo:

https://www.montagnepulite.ch/it/regole-d-oro

Varianti

-

Presso questo itinerario

HikeTicino: l’App per tutti i percorsi!