Storia: La regina del Lago Maggiore

Un gioiello in pieno centro città

A Locarno, il fiore simbolo è la camelia. 15'000 m² di parco dai colori vibranti ne sono testimoni.

La camelia, affascinante pianta che con i suoi colori abbellisce giardini e parchi, è da anni il fiore simbolo nella regione del Lago Maggiore. Qui ha trovato il suo habitat ideale e in primavera si mostra in tutto il suo splendore.

IL PERSONAGGIO

Daniele Marcacci, Presidente della società svizzera delle Camelie

Daniele Marcacci, Presidente della società svizzera delle Camelie
Della camelia apprezzo l’eleganza, ma anche la sua semplicità.

Non tutti sanno che dalle foglie della camelia (sinensis) è possibile ottenere anche il tè verde e quello nero fermentato. In Europa, infatti, la camelia (japonica) è arrivata a fine 1700, proprio grazie ai viaggi delle Compagnie delle Indie. A Locarno, invece, pare sia giunta quasi un secolo dopo, importata dalle sponde italiane del Lago Maggiore dove già la si coltivava e la si moltiplicava grazie ad abili giardinieri al servizio della nobile famiglia Borromeo.

“Le camelie che oggi si affacciano sul Largo Zorzi, in pieno centro città, hanno oltre 150 anni”, spiega Daniele Marcacci, Presidente della società svizzera delle Camelie. Per quasi quarant’anni Daniele è stato prima giardiniere paesaggista e poi responsabile dei giardini e parchi della città di Locarno. La camelia per lui non ha segreti.

LA STORIA COMPLETA


Parco delle Camelie, Locarno

Per celebrare la bellezza di questo fiore, a partire dagli anni ’90, ogni primavera viene organizzata una vera e propria manifestazione a lei dedicata: Camelie Locarno. Cinque giorni per apprezzare dal vivo le numerose peculiarità della pianta e non solo. Infatti, oltre al padiglione centrale che ospita l’esposizione delle camelie recise e presentate sottoforma di originali allestimenti, l’evento propone anche diversi momenti collaterali con concerti musicali e offre la possibilità di acquistare le piante. Il tutto senza tralasciare il piacere del palato: una nota pasticceria del centro ha persino ideato un cioccolatino a base di tè verde.

Parco delle Camelie, Locarno

Sulla scia del successo riscosso dalle prime edizioni, la città di Locarno decide di creare un vero e proprio parco dedicato alla camelia. Nel 1999, sul modello dei paesi confinanti, è stata fondata la Società svizzera delle camelie. Questo ha permesso all’evento di entrare automaticamente a fare parte del circolo dell’International Camellia Society. Il comitato ha quindi proposto di organizzare, nel 2005, il congresso mondiale della camelia proprio a Locarno.

Vedere realizzato il Parco delle camelie è un sogno nel cassetto che si è avverato.

Alla sua inaugurazione, il Parco delle Camelie presentava oltre 500 varietà diverse di camelia. L’esito positivo del congresso mondiale ha spinto la città a volerlo ampliare ulteriormente, estendendolo verso il lago e creando un anfiteatro, un secondo biotopo, un padiglione e un gioco d’acqua.

Parco delle Camelie, Locarno
Parco delle Camelie, Locarno

Oggi si estende su una superficie di 15'000 m² e accoglie 1’100 varietà diverse di camelie suddivise in 40 specie.

Parco delle Camelie, Locarno
Parco delle Camelie, Locarno

E non è finita. È in corso un ulteriore ampliamento previsto nel 2023, quando il post-tour del prossimo congresso mondiale, in programma a Verbania, farà nuovamente tappa a Locarno. Esso comprenderà un nuovo biotopo, un’area pic-nic e naturalmente altre 430 piantine di camelie di cui Daniele è particolarmente fiero, perché provenienti da giardini di collezionisti.

Parco delle Camelie, Locarno
Pro tip
I parchi pubblici della città di Locarno per gli appassionati di piante e fiori sono un must. In particolare i giardini Pioda e Rusca, con camelie pluricentenarie e il Palazzo Morettini, con un parco di notevole interesse botanico.
Camelie Locarno desidera regalare un’emozione unica al visitatore con allestimenti di fiori recisi sempre diversi e fantasiosi. Il pubblico apprezza e le cifre confermano.
L’ultima edizione ha visto un incremento del 10% dei visitatori.
Nel 2010 il Parco delle Camelie è stato insignito del prestigioso riconoscimento internazionale “Garden of Excellence”.
Inoltre, da diversi anni fa parte del circuito dei Grandi Giardini Italiani, nella categoria dei “Gardens of Switzerland”.

“Mi fa sempre piacere vedere che i visitatori affezionati ritornano ogni anno.”

CONDIVIDI 

CONSIGLIATO PER TE


Storie

LA PROSSIMA STORIA