145641
Image 0 - Riserva forestale della Val Marcri

Riserva forestale della Val Marcri

La grande foresta di montagna, omaggio alle Alpi

Escursione in montagna per allenati, in un mondo selvaggio e scosceso. Lo scenario spettacolare. È la montagna con il suo spirito. Un tempo sfruttata; ora riposa.

Questa riserva forestale è la più grande del Ticino. Copre una vasta area montana fra la Val d’Ambra, la Val Marcri e la Val Nedro. Sono cosiddette valli sospese, cioè valli laterali che si congiungono con il fondovalle della Leventina con un importante salto altimetrico.  Fra le più spettacolari, sono un appartato, discosto mondo di alberi e rocce, selvaggio, impervio, scosceso e introverso. È la foresta di montagna, che vive per sé. Vi predominano il faggio nelle parti inferiori, l’abete bianco e l’abete rosso, e il larice nelle zone più alte. In alcuni comparti gli ultimi tagli risalgono anche a un secolo fa.

La riserva ci dona dei quadri che lasciano intuire la forza della foresta veramente naturale, per la presenza di grandi alberi, alberi morti ancora in piedi, alberi caduti, un intreccio di alberi di diversa età. La fauna è quella delle nostre montagne: cervo, capriolo, camoscio. È stata avvistata la lince! La presenza della lince ben si addice a questi luoghi indisturbati e discosti. Non è da tutti accedere a questa foresta. Bisogna essere escursionisti allenati; i dislivelli e le distanze sono importanti. Ci si deve informare prima di partire. Vi sono delle possibilità di pernottamento. All’interno dell’area tutelata vi sono maggenghi e alpeggi, che non sottostanno allo statuto di riserva.

In breve:

  • Area: 1'137 ettari
  • Altitudine: 900-2'717 m s.l.m.
  • Principali alberi: faggio, abete bianco, abete rosso, ontano verde
  • Anno di istituzione: 2012
  • Proprietari: Patriziati di Personico, Bodio e Pollegio.


Visite:

  • Periodo: da maggio a settembre, salvo le aree in zona alpina.
  • È richiesto l’equipaggiamento di montagna.

 

Caratteristiche

  • PARCHI E GIARDINI Parchi naturali