142001
Image 0 - Novazzano

Novazzano

Il borgo di Novazzano – la cui prima menzione in un documento ufficiale della diocesi di Como risale all’875 (“Nepotiano”), ma che viene indicato come comune solo a partire dal 1335 – fu quasi sicuramente abitato già in epoca romana, come testimoniano, ad esempio, un’ara ritrovata nella frazione di Castel di Sotto e tutt’ora visibile all’interno della casa comunale. Nel VI secolo, in coincidenza con l’arrivo dei Longobardi, vennero erette due distinte postazioni di difesa: il “Castrum apud pontem” (in zona Castellaccio) e il “Castrum suptus Castellum” (a Castel di Sotto), parti integranti della linea di fortificazioni che comprendeva pure il Castello di Pontegana a Balerna.

 

A partire dal Medioevo, il villaggio venne incluso nei territori appartenenti la Contea franca del Seprio ed assegnato alla famiglia dei “De Novezano”, piccoli vassalli che possedevano un feudo di circa settecento ettari (duecento in più rispetto all’estensione attuale del comune). Dal 1512 Novazzano divenne un baliaggio confederato e successivamente, nel 1562, ottenne la separazione dalla Pieve di Balerna e la costituzione di una propria parrocchia autonoma.

 

Nell’Ottocento, in zona Boscherina a Novazzano si sviluppò una piccola ma fiorente industria di laterizi, che sfruttava le cave di argilla marina risalente al Pliocene della Valle della Motta. Più recentemente, dal secondo dopoguerra in poi, la fisionomia comunale subì una lenta quanto progressiva trasformazione: da borgo prevalentemente agricolo, Novazzano ospitò prima alcune industrie e diventò in seguito un paese a prevalente vocazione residenziale. La maggiore testimonianza del passato contadino di Novazzano è senza dubbio la masseria della Pobbia, un fulgido esempio architettonico di quello che veniva chiamato il “capitalismo delle campagne”, che, all’inizio del nuovo secolo, è stata traslata nel “Quartiere ticinese” del museo all’aperto del Ballenberg, di cui rappresenta l’insediamento caratteristico con la maggiore superficie.

Caratteristiche

  • TRASPORTI Bus