145629
Image 0 - Riserva forestale della Valle della Motta
Image 1 - Riserva forestale della Valle della Motta
Image 2 - Riserva forestale della Valle della Motta

Riserva forestale della Valle della Motta

Il Parco della Valle della Motta, un’oasi

Nel cuore del moderno Basso Mendrisiotto sorprende, sbalordisce un lembo di terra dove la natura si è salvata. È l’appartata Valle della Motta, un’unità di boschi, stagni, ambienti umidi, ruscelli, prati e campi,  nei Comuni di Novazzano, Coldrerio e Mendrisio. Vi scorre un bel torrente, la Roncaglia, popolato da uccelli acquatici.

Il bosco è costituito da frassini, querce, ciliegi, carpini, aceri, grandi platani e pioppi bianchi. In primavera si mostra con un verdissimo tappeto di aglio orsino, in autunno con una magnifica varietà di colori. Soprattutto in primavera si odono molti uccelli, diversi picchi, lo scricciolo, il saltimpalo, il tordo bottaccio, la cannaiola, il luì piccolo, il regolo, il fiorrancino, diverse cince e molti altri; 49 le specie osservate. La fauna annovera moltissime specie: 59 molluschi, 8 libellule, 99 coleotteri, 8 anfibi, 8 rettili, 16 mammiferi. Le specie vegetali sono ben 453.  Spiccano il gambero da fiume (lungo 12 centimetri, più le pinze) e la rarissima rana di Lataste, in Svizzera presente unicamente nel Basso Mendrisiotto. Si deve la presenza di molte specie sensibili agli interventi di tutela e cura dei biotopi.

La Valle della Motta non è soltanto molto seguita e accudita, è anche bene attrezzata, con un comodo sentiero accanto all’acqua, munito di tavole informative, panchine e posti per il pic-nic. Il Parco è allacciato alla rete di sentieri che collegano i Comuni del Basso Mendrisiotto. Perno didattico della Valle della Motta è il Mulino Daniello, che riporta l’anno 1801. Un tempo mulino per cereali, noci, mais e altri prodotti, oggi è un centro espositivo.

In breve:

  • Area: 34 ettari (il Parco che la circonda misura 163 ettari)  
  • Altitudine: 260-360 m s.l.m
  • Principali alberi: frassino, quercia, carpino bianco, carpino nero, robinia
  • Anno di istituzione: 2004
  • Proprietari: diversi


Visite:

  • Periodo: tutto l’anno.
  • Il sentiero che attraversa il Parco della Valle della Motta misura 3 km. Il principale punto di accesso si trova a Novazzano. Il Parco è raggiungibile a piedi anche dalla stazione di Mendrisio e da Coldrerio, meno facilmente.
  • È chiesto di osservare la segnaletica, di restare sui sentieri, di non accedere in alcun modo alle aree umide e di tenere i cani al guinzaglio.
  • Su richiesta sono offerte visite guidate.

 

Caratteristiche

  • PARCHI E GIARDINI Parchi naturali