144754
Image 0 - Valle Lavizzara: Bignasco - Fusio - Naret
Image 1 - Valle Lavizzara: Bignasco - Fusio - Naret
Image 2 - Valle Lavizzara: Bignasco - Fusio - Naret
Image 3 - Valle Lavizzara: Bignasco - Fusio - Naret
Image 4 - Valle Lavizzara: Bignasco - Fusio - Naret
Image 5 - Valle Lavizzara: Bignasco - Fusio - Naret
Image 6 - Valle Lavizzara: Bignasco - Fusio - Naret
Image 7 - Valle Lavizzara: Bignasco - Fusio - Naret
Image 8 - Valle Lavizzara: Bignasco - Fusio - Naret
Image 9 - Valle Lavizzara: Bignasco - Fusio - Naret
Image 10 - Valle Lavizzara: Bignasco - Fusio - Naret
Image 11 - Valle Lavizzara: Bignasco - Fusio - Naret
Image 12 - Valle Lavizzara: Bignasco - Fusio - Naret
Image 13 - Valle Lavizzara: Bignasco - Fusio - Naret

Valle Lavizzara: Bignasco - Fusio - Naret

Fusio, la diga del Sambuco e il lago Naret costituiscono un richiamo fortissimo per i ciclisti che desiderano mettersi alla prova sulle strade del Canton Ticino. A partire da Cavergno, dove termina la comoda ciclopista che collega le sponde del lago Maggiore al cuore della Vallemaggia, muscoli, cuore e polmoni diventano protagonisti. Impegnativi tornanti alternati da tratti meno ripidi conducono sino a 2'310 m s.l.m.

La salita fino al lago del Narèt inizia a Bignasco, un suggestivo villaggio di 300 anime nel Canton Ticino. Già dopo pochi chilometri dopo una piacevole partenza, una serie di impegnativi tornanti fanno sudare i ciclisti.
Ma dopo Fusio, l’incantevole villaggio posto a 1289 metri s.l.m., la vista ripaga almeno in parte delle fatiche: qui, infatti, si snoda lo stretto percorso attraverso un fitto bosco di abeti e ponti di legno. Dopo poco, si possono ammirare le verdi acque scure del lago del Sambuco , circondato da boschi di abeti e pendii scoscesi a picco che scompaiono nelle profondità scintillanti del lago artificiale.
A chi poi desidera giungere proprio fino in vetta occorre non solo una buona dose di energia, ma anche di motivazione, perché il percorso fino al lago del Narèt conta ancora altri 13 km molto impegnativi: nell’ultimo tratto, la pendenza arriva a sfiorare l’11,5%.

Suggerimenti

Affinché l’escursione sia gradevole, è importante effettuare un’accurata pianificazione del tour. Prima di intraprendere l’escursione, informatevi presso il centro informazioni locale sullo stato del percorso e le condizioni meteo. Questo itinerario escursionistico può essere chiuso o interrotto a seconda della stagione e delle condizioni atmosferiche.
Questo itinerario si snoda su strade aperte al traffico motorizzato, rispetta le regole stradali: www.prudenza-precedenza.ch

Varianti

-

Presso questo itinerario

hikeTicino: l’App per tutti i percorsi!