146757
Image 0 - Via storica del Montecenerino
Image 1 - Via storica del Montecenerino
Image 2 - Via storica del Montecenerino
Image 3 - Via storica del Montecenerino
Image 4 - Via storica del Montecenerino
Image 5 - Via storica del Montecenerino
Image 6 - Via storica del Montecenerino
Image 7 - Via storica del Montecenerino
Image 8 - Via storica del Montecenerino

Via storica del Montecenerino

Una passeggiata dall'atmosfera dei tempi passati
L’antico selciato che scavalca il Monte Ceneri, collegando Rivera a Quartino, è una delle vie di origine medievale meglio conservate del Canton Ticino. La lunghezza totale della strada è di 2218 m, la parte storica restaurata è lunga 1392 m mentre l’itinerario escursionistico misura 6,5 chilometri.

Percorrendo questo sentiero tematico l’escursionista ha davvero l’impressione di calarsi in un’atmosfera di altri tempi, e di rivivere le sensazioni che si provavano quando l’uomo si spostava a piedi, a cavallo o in carrozza.Già nota nel XIV secolo, tale via di comunicazione (popolarmente chiamata “strada romana”) acquista una certa rilevanza verso l’inizio del XVI secolo, quando viene percorsa per raggiungere il vicino porto di Magadino. In quel periodo, difatti, il porto affacciato sul Lago Verbano rappresenta il centro principale per il commercio con Milano. Il ripristino della strada approntato nel 1563 da Guglielmo Petrocchi è proprio teso ad agevolare il commercio tra nord e sud, così come altri interventi di manutenzione che si susseguono tra la fine del XVIII e l’inizio del XIX sec, mentre nel 1883 le ampie riparazioni ad opera di Fulgenzio Albertoni conferiscono al manufatto l’aspetto attuale.

Nel 2012, infine, i Comuni di Gambarogno e Monteceneri hanno promosso un progetto di restauro storico-conservativo, che permette alla strada di vincere l’usura del tempo... e all’escursionista di camminare con piacere sull’antico ciottolato, all’ombra dei castagni. Saluta il passante un enigmatico masso coppellare, esempio di incisione rupestre che si incontra cammin facendo.

Suggerimenti

  • Abbigliamento impermeabile, leggero e caldo
  • Scarponcini da trekking
  • Piccolo pronto soccorso con coltellino
  • Occhiali da sole, crema protettiva, borraccia
  • Cartina escursionistica / topografica
  • Bussola
  • Macchina fotografica
  • Cibo

Montagnepulite: Questo progetto nasce per favorire la gestione efficace e sostenibile delle capanne alpine sul territorio ticinese. In particolare la gestione dei rifiuti. La gestione responsabile dei rifiuti in montagna è questione di buon senso. Tutti noi possiamo dare un contributo: https://www.montagnepulite.ch/it/regole-d-oro

Varianti

-

Presso questo itinerario

hikeTicino: l’App per tutti i percorsi!