142323
Image 0 - Sentiero glaciologico del Basodino
Image 1 - Sentiero glaciologico del Basodino
Image 2 - Sentiero glaciologico del Basodino

Sentiero glaciologico del Basodino

Un’escursione ai piedi del Basodino permette di scoprire una regione unica, modellata dai ghiacciai che vi hanno inciso le loro tracce nelle diverse ere geologiche. Scopri un paesaggio imponente e fragile a modo suo, dove passeggiare con sensibilità e rispetto osservando minerali, fiori e animali che vivono in un ambiente naturale che apre una finestra sul passato.

Abbandonate le dolci rive del lago Maggiore e attraversata l’intera Vallemaggia sino all’ultimo villaggio della Valle Bavona, si prende la funivia che conduce a Robiei, dove ci si confronta con un importante paesaggio idroelettrico accessibile nel periodo estivo. Tra la corona di montagne, a est splende maestoso il ghiacciaio del Basodino che si estende su una superficie di ca. 2 km² sulle pendici dell’omonima montagna che svetta a 3'273 metri di quota.

Poco distante dalla stazione d’arrivo della funivia, presso la diga del lago Zött, prende avvio il sentiero glaciologico che conduce nella zona antistante il ghiacciaio, dichiarata zona golenale di importanza nazionale con l’obiettivo di proteggere un raro ecosistema ricco di specie animali e vegetali. Lungo l’itinerario si scoprono morene, massi erratici, solchi carsici e la caratteristica vegetazione pioniera che si insedia tra le fessure e nelle superfici pianeggianti dov’è presente un po’ di humus. È inoltre possibile scorgere marmotte, camosci, stambecchi e numerosi altre specie di animali.

Il percorso non presenta difficoltà tecniche particolari, ma alcuni passaggi richiedono prudenza. Otto placche metalliche numerate, provviste delle coordinate e della quota del punto, rimandano alle descrizioni della guida “Sentiero glaciologico del Basodino” edito dalla Sezione forestale del Dipartimento del Territorio.

Suggerimenti

  • Abbigliamento impermeabile, leggero e caldo
  • Scarponcini da trekking
  • Guanti, berretto, biancheria di ricambio
  • Zaino massimo 5-8 kg a pieno carico
  • Piccolo pronto soccorso con coltellino
  • Pila, occhiali da sole, crema protettiva, borraccia
  • Cartina escursionistica / topografica
  • Bussola
  • Macchina fotografica
  • Cibo
  • Coprizaino


Montagnepulite: Questo progetto nasce per favorire la gestione efficace e sostenibile delle capanne alpine sul territorio ticinese. In particolare la gestione dei rifiuti. La gestione responsabile dei rifiuti in montagna è questione di buon senso. Tutti noi possiamo dare un contributo:

https://www.montagnepulite.ch/it/regole-d-oro

Varianti

-

Presso questo itinerario

HikeTicino: l’App per tutti i percorsi!