138322
Image 0 - La
Image 1 - La
Image 2 - La
Image 3 - La
Image 4 - La
Image 5 - La
Image 6 - La
Image 7 - La
Image 8 - La
Image 9 - La
Image 10 - La
Image 11 - La
Image 12 - La
Image 13 - La
Image 14 - La
Image 15 - La
Image 16 - La
Image 17 - La
Image 18 - La
Image 19 - La

La "strada degli Alpi" della Valle Bedretto

Descrizione

Perditi nella “Strada degli Alpi” della Valle Bedretto per scoprire una zona incredibilmente bella. Immergiti nella sua natura selvaggia, fatta di colori brillanti e rilassanti silenzi. Attraversa gli alpeggi circondati dai paesaggi incontaminati e approfittane per assaporare il formaggio più fresco che tu abbia mai assaggiato direttamente dall’alpigiano come si faceva una volta.

Tra Airolo-Pesciüm e Ronco, ad una quota di 1700/1800 m, si snoda la "Strada degli Alpi" della Valle Bedretto. Una strada particolarmente bella per la sua natura selvaggia, ricca di colori e silenzi.

 

Punto di avvio è Pesciüm, accessibile in funivia da Airolo. La partenza della funivia è perfettamente attrezzata con un ampio parcheggio o comodamente raggiungibile in pochi minuti di bus dalla stazione ferroviaria di Airolo. Raggiunto Pesciüm si supera subito il Ristorante Alpe Pesciüm, dove si può osservare sulla valle di fronte a noi la Tremola, ossia la vecchia strada di valico a serpentina del Gottardo. Si attraversano numerosi alpeggi fino a Ronco. Uno di questi, l'Alpeggio di Cristallina (1800 m), è ancora in attività e quando aperto, permette una visita alle cantine e l'acquisto del formaggio fresco direttamente dall'alpigiano. L'Alpeggio offre, inoltre, una bellissima vista sul Pizzo Rotondo e sul Pizzo Lucendro.

 

Dopo l'Alpe di Cristallina si raggiunge l'Alpe di Folcra (1921 m), il punto più alto dell'escursione. Da qui in poi comincia l'agevole discesa attraverso numerosi pascoli: un paesaggio da sogno! L'Alpe di Valleggia è l'ultimo alpeggio sul cammino prima di raggiungere Ronco, dove si potrà fruire dell'Autopostale per rientrare ad Airolo.

Suggerimenti

  • Scarponcini da trekking
  • Berretto
  • Borraccia
  • Occhiali da sole
  • Crema protettiva
  • Cartina escursionistica
  • Macchina fotografica
  • Cibo

 

Montagnepulite: Questo progetto nasce per favorire la gestione efficace e sostenibile delle capanne alpine sul territorio ticinese. In particolare la gestione dei rifiuti. La gestione responsabile dei rifiuti in montagna è questione di buon senso. Tutti noi possiamo dare un contributo:

 

https://www.montagnepulite.ch/it/regole-d-oro

Varianti

Per i più allenati vi è la possibilità di ritornare da Ronco ad Airolo prendendo il lungo sentiero della Strada Bassa, allungando così il percorso di circa 9 km.

Google Street View

Presso questo itinerario

HikeTicino: l’App per tutti i percorsi!