138388
Image 0 - Camedo - Intragna: la Via del Mercato
Image 1 - Camedo - Intragna: la Via del Mercato
Image 2 - Camedo - Intragna: la Via del Mercato
Image 3 - Camedo - Intragna: la Via del Mercato
Image 4 - Camedo - Intragna: la Via del Mercato
Image 5 - Camedo - Intragna: la Via del Mercato
Image 6 - Camedo - Intragna: la Via del Mercato
Image 7 - Camedo - Intragna: la Via del Mercato
Image 8 - Camedo - Intragna: la Via del Mercato
Image 9 - Camedo - Intragna: la Via del Mercato
Image 10 - Camedo - Intragna: la Via del Mercato
Image 11 - Camedo - Intragna: la Via del Mercato
Image 12 - Camedo - Intragna: la Via del Mercato
Image 13 - Camedo - Intragna: la Via del Mercato
Image 14 - Camedo - Intragna: la Via del Mercato
Image 15 - Camedo - Intragna: la Via del Mercato
Image 16 - Camedo - Intragna: la Via del Mercato
Image 17 - Camedo - Intragna: la Via del Mercato
Image 18 - Camedo - Intragna: la Via del Mercato
Image 19 - Camedo - Intragna: la Via del Mercato

Camedo - Intragna: la Via del Mercato

Preparati ad addentrarti nelle famose Centovalli esplorando il “sentiero del mercato”, la vecchia mulattiera un tempo percorsa per recarsi allo snodo commerciale di Locarno. Incontrerai il Parco dei Mulini, ricco di interessanti testimonianze appartenenti al mondo rurale e le caratteristiche case signorili di Verdasio. Un itinerario ricco di storia ti aspetta per poi terminare a Intragna con il campanile più alto di tutto il Ticino.

Fino alla costruzione della strada carrozzabile (seconda metà del 1800) questo era l'unico collegamento dell'alta Centovalli con la città. Parecchie testimonianze storiche rendono questa mulattiera particolarmente interessante.

 

Si parte da Camedo (549 mslm, dove si arriva utilizzando il trenino della Centovallina) e si sale, vicino alla chiesa, lungo la strada cantonale in direzione di Borgnone. Appena passato il centro di questo paesino si incontra il Parco dei Mulini, che vale la pena visitare. Prima del nucleo di Lionza (qui sorge il Palazzo Tondù) e dopo il ponte sul Rii di Mulitt, si trova sulla destra il sentiero che porta verso la Cappella di Tesa e attraverso il bosco del Gaggio, verso Verdasio (711 mslm), dove si possono ammirare le caratteristiche case patrizie.

 

Non si scende verso il fondovalle (da dove partono le funivie per Rasa e Comino e il trenino verso Locarno), ma si resta in quota e si prosegue verso Slögna e Calezzo lungo il vecchio sentiero ripristinato durante l'ultima grande guerra per terminare ad Intragna (376 mslm) con il campanile più alto del Canton Ticino (m. 65) e il Museo Regionale delle Centovalli e Pedemonte.

Suggerimenti

Per fruire dell'itinerario vi consigliamo l'acquisto delle mappe ufficiali dell'Ufficio Federale di Topografia Swisstopo. Inoltre il sito map.geo.admin.ch offre dati costantemente aggiornati.

  • Scarponcini da trekking
  • Berretto
  • Borraccia
  • Occhiali da sole
  • Crema protettiva
  • Cartina escursionistica
  • Macchina fotografica
  • Cibo

Montagnepulite: Questo progetto nasce per favorire la gestione efficace e sostenibile delle capanne alpine sul territorio ticinese. In particolare la gestione dei rifiuti. La gestione responsabile dei rifiuti in montagna è questione di buon senso. Tutti noi possiamo dare un contributo: https://www.montagnepulite.ch/it/regole-d-oro

Varianti

-

Google Street View

Presso questo itinerario

hikeTicino: l’App per tutti i percorsi!