138799
Image 0 - Il
Image 1 - Il
Image 2 - Il
Image 3 - Il
Image 4 - Il
Image 5 - Il
Image 6 - Il
Image 7 - Il
Image 8 - Il
Image 9 - Il
Image 10 - Il
Image 11 - Il
Image 12 - Il
Image 13 - Il

Il "sentiero raccontato"

Descrizione

Il "sentiero raccontato" è un percorso attraverso la Capriasca che intende avvicinare alla storia e alla tradizione locale. E' stato ideato e realizzato da allievi e docenti della regione che sono andati alla ricerca di leggende e memorie interrogando gli anziani.

Il sentiero è percorribile a piedi in circa 4 ore (senza fermate), ed è pure adatto, con qualche variante, ai rampichini.

Punto di partenza Origlio (parcheggio comunale), da cui si raggiunge dapprima Ponte Capriasca (inevitabile la sosta al bel Cenacolo nella parrocchiale) e poi Sala Capriasca con la sua fantasiosa fontana Moncrini. Si sale verso il Bigorio e, raggiunto il convento, si torna verso Tesserete. Poco oltre la chiesa di S. Stefano ecco il Sasso del diavolo. Attraverso i boschi si raggiunge la località di Redde, un tempo villaggio abitato e poi misteriosamente abbandonato. Restano la torre, restaurata nel 2000, e la chiesa dedicata a S. Clemente (solitamente chiusa). Si scende verso il lago di Origlio e lo si costeggia, tornando così verso il punto di partenza.

Il sentiero è chiaramente segnalato con un logo creato dai ragazzi (una capretta). Per gustare pienamente il percorso munirsi della piccola guida che racconta le leggende dei luoghi (presso l'Ente turistico a Tesserete).

Per seguire l’itinerario del Sentiero Raccontato nell’ordine stabilito, si parte dal posteggio comunale di Origlio. Questo posteggio è indicato molto chiaramente e si trova lungo la strada cantonale, vicino alla Casa comunale di Origlio. Trattandosi di un percorso circolare, è comunque possibile iniziarlo in qualsiasi punto.

Suggerimenti

  • Scarponcini da trekking
  • Berretto
  • Borraccia
  • Occhiali da sole
  • Crema protettiva
  • Cartina escursionistica
  • Macchina fotografica
  • Cibo

 

Montagnepulite: Questo progetto nasce per favorire la gestione efficace e sostenibile delle capanne alpine sul territorio ticinese. In particolare la gestione dei rifiuti. La gestione responsabile dei rifiuti in montagna è questione di buon senso. Tutti noi possiamo dare un contributo:

https://www.montagnepulite.ch/it/regole-d-oro

Varianti

-

Presso questo itinerario

HikeTicino: l’App per tutti i percorsi!