138309
Image 0 - La Fortezza di Bellinzona e i suoi castelli
Image 1 - La Fortezza di Bellinzona e i suoi castelli
Image 2 - La Fortezza di Bellinzona e i suoi castelli
Image 3 - La Fortezza di Bellinzona e i suoi castelli
Image 4 - La Fortezza di Bellinzona e i suoi castelli
Image 5 - La Fortezza di Bellinzona e i suoi castelli
Image 6 - La Fortezza di Bellinzona e i suoi castelli
Image 7 - La Fortezza di Bellinzona e i suoi castelli
Image 8 - La Fortezza di Bellinzona e i suoi castelli
Image 9 - La Fortezza di Bellinzona e i suoi castelli
Image 10 - La Fortezza di Bellinzona e i suoi castelli
Image 11 - La Fortezza di Bellinzona e i suoi castelli
Image 12 - La Fortezza di Bellinzona e i suoi castelli
Image 13 - La Fortezza di Bellinzona e i suoi castelli
Image 14 - La Fortezza di Bellinzona e i suoi castelli
Image 15 - La Fortezza di Bellinzona e i suoi castelli
Image 16 - La Fortezza di Bellinzona e i suoi castelli
Image 17 - La Fortezza di Bellinzona e i suoi castelli
Image 18 - La Fortezza di Bellinzona e i suoi castelli
Image 19 - La Fortezza di Bellinzona e i suoi castelli

La Fortezza di Bellinzona e i suoi castelli

Parti alla scoperta dei tre castelli medievali di Bellinzona, patrimonio mondiale dell’umanità secondo l'UNESCO. Con Castelgrande, Montebello e Sasso Corbaro farai un tuffo nel passato, quando duchi e confederati si sfidavano indossando scintillanti armature. Percorri le cinte merlate e, passando attraverso porticine intagliate nella muraglia, visita le stanze segrete e immagina come doveva essere la vita di allora.

Questo itinerario circolare porta alla scoperta dei tre castelli medievali, inseriti nel 2000 nel Patrimonio mondiale dell'umanità Unesco. Furono innalzati dai Duchi di Milano, attorno al '400, per impedire ai Confederati svizzeri di avanzare verso sud. Bellinzona era infatti in una posizione strategica all'incrocio delle vie alpine tra nord e sud (San Gottardo, Lucomagno, San Bernardino, Novena).
Si parte da Viale Portone verso il primo castello, Castelgrande, a cui si può accede tramite un ascensore da Piazza del Sole. Castelgrande è dotato di due alte torri e di una cinta merlata in parte percorribile a piedi. Ospita un museo che illustra la storia della città, come pure esposizioni permanenti e un ristorante. Da Castelgrande, scendendo la scalinata che porta in Piazza Collegiata e risalendo lo stretto vicolo accanto all'omonima chiesa, si può raggiungere il castello di Montebello situato sul colle di fronte.
Dopo la visita, si prosegue sulla Via Artore per un breve tratto di strada per poi attraversare un ruscello e arrivare in Via Piumerino. Da qui, tra tratti di sentiero tra le vigne, si procede in salita attraverso il paese di Artore approdando nuovamente sulla strada asfaltata (Via alla Predella). Meno di un chilometro più sotto, seguendo la via in discesa, si erge la splendida rocca di Sasso Corbaro. Da questa altura si gode di una suggestiva vista sulla città.
Dal castello, uscendo da una porticina intagliata nella muraglia, si continua la discesa dal lato opposto della collina (rispetto alla salita) verso Montebello. Poco prima del maniero, la mulattiera sulla sinistra riporta al punto di partenza passando da uno dei più autentici centri storici del Ticino.

Suggerimenti

Per fruire dell'itinerario vi consigliamo l'acquisto delle mappe ufficiali dell'Ufficio Federale di Topografia Swisstopo. Inoltre il sito map.geo.admin.ch offre dati costantemente aggiornati.

  • Scarponcini da trekking
  • Berretto
  • Borraccia
  • Occhiali da sole
  • Crema protettiva
  • Cartina escursionistica
  • Macchina fotografica
  • Cibo

Montagnepulite: Questo progetto nasce per favorire la gestione efficace e sostenibile delle capanne alpine sul territorio ticinese. In particolare la gestione dei rifiuti. La gestione responsabile dei rifiuti in montagna è questione di buon senso. Tutti noi possiamo dare un contributo: www.montagnepulite.ch/it/regole-d-oro

Varianti

Sentiero alternativo per il ritorno: dopo il Castello di Sasso Corbaro, seguire la strada asfaltata e al primo bivio svoltare a sinistra. Si prosegue il cammino fino ad affrontare una serie di tornanti che portano in località Ravecchia sulla Via Ospedale. Proseguire percorrendo la via che scorre lungo il torrente Dragonato fino alla strada principale, Via Franco Zorzi, e svoltare a destra. Camminando linearmente e attraversando il suggestivo centro storico di Bellinzona si ritornerà in Piazza del Sole.

Google Street View

Presso questo itinerario

hikeTicino: l’App per tutti i percorsi!