138424
Image 0 - Da Loco a Intragna sulla
Image 1 - Da Loco a Intragna sulla
Image 2 - Da Loco a Intragna sulla
Image 3 - Da Loco a Intragna sulla
Image 4 - Da Loco a Intragna sulla
Image 5 - Da Loco a Intragna sulla
Image 6 - Da Loco a Intragna sulla
Image 7 - Da Loco a Intragna sulla
Image 8 - Da Loco a Intragna sulla
Image 9 - Da Loco a Intragna sulla
Image 10 - Da Loco a Intragna sulla
Image 11 - Da Loco a Intragna sulla
Image 12 - Da Loco a Intragna sulla
Image 13 - Da Loco a Intragna sulla
Image 14 - Da Loco a Intragna sulla
Image 15 - Da Loco a Intragna sulla
Image 16 - Da Loco a Intragna sulla
Image 17 - Da Loco a Intragna sulla
Image 18 - Da Loco a Intragna sulla
Image 19 - Da Loco a Intragna sulla

Da Loco a Intragna sulla "Via delle Vose"

Descrizione

Vesti i panni dei contadini della Valle Onsernone che, nel Medioevo, percorrevano l’antica mulattiera chiamata “Via delle Vose” per recarsi a fondovalle, al porto di Ascona e al mercato di Locarno per gli scambi commerciali. Ripercorri le loro orme attraverso le numerose testimonianze storiche che incontrerai lungo un percorso che ti appassionerà. Infine, goditi il paesino di Intragna e il campanile più alto del Ticino.

La Via delle Vose, iscritta nell'Inventario delle vie di comunicazione storiche della Svizzera, conduce sulle orme dei contadini della Valle Onsernone, che a partire dal Medioevo percorrevano quest'antica mulattiera per recarsi a fondovalle, fino al porto di Ascona e al mercato di Locarno. Di grande importanza economica, questo accesso permetteva gli scambi commerciali: dall'esportazione di manufatti in paglia destinati ai mercati europei ('500), all'importazione di cereali e sale destinati ai vari villaggi onsernonesi.

 

Partendo da Loco, dove si trovano il Museo Onsernonese (raccolte etnografiche, storiche e artistiche della valle) e l'atelier Pagliarte (laboratorio originale che si dedica alla lavorazione della paglia e presso il quale vengono realizzate e vendute creazioni di grande pregio, in particolare cappelli e borse), si oltrepassano le frazioni di Niva e Vosa, costeggiando alcuni tradizionali terrazzamenti con muri a secco. A Niva, in prossimità dell'Isorno, sono pure da notare un cinquecentesco torchio a leva, utilizzato per pigiare l'uva, e i vigneti terrazzati, dai quali si produce oggi un particolare vino biologico.

 

Superata Vosa il sentiero continua a salire per circa un chilometro per poi iniziare la discesa verso Pila e infine l'antico capoluogo di Intragna. Merita una pausa il passaggio da Pila, un caratteristico gruppetto di case antiche e rustici rinnovati adagiato su una soleggiata terrazza verde con vista su Intragna, la porta delle Centovalli. La passeggiata termina a Intragna, un paese ricco di meraviglie, celebre soprattutto per il campanile della Chiesa di San Gottardo che con i suoi 65 m di altezza è il più alto del Ticino.

Suggerimenti

  • Scarponcini da trekking
  • Berretto
  • Borraccia
  • Occhiali da sole
  • Crema protettiva
  • Cartina escursionistica
  • Macchina fotografica
  • Cibo

 

Montagnepulite: Questo progetto nasce per favorire la gestione efficace e sostenibile delle capanne alpine sul territorio ticinese. In particolare la gestione dei rifiuti. La gestione responsabile dei rifiuti in montagna è questione di buon senso. Tutti noi possiamo dare un contributo:

https://www.montagnepulite.ch/it/regole-d-oro

Varianti

-

Google Street View

Presso questo itinerario

HikeTicino: l’App per tutti i percorsi!