149245
Image 0 - L’infanzia del segno
Image 1 - L’infanzia del segno
Image 2 - L’infanzia del segno
Dal
al

L’infanzia del segno

Disegni di bambini della Nuova Guinea della Collezione Wirz

Tra il 1952 e il 1954 l’artista Dadi Wirz intraprende con il padre Paul, antropologo e collezionista, un viaggio sul fiume Sepik, regione ricchissima di produzione artistica. Il giovane artista, in quegli anni studente dell’Accademia di Belle Arti di Basilea, distribuisce matite e colori ai bambini dei villaggi visitati e li invita a disegnare a mano libera. Raccoglie così 229 disegni che stupiscono per la composizione e la ripetizione delle forme e manifestano, in ultima analisi, la grammatica visiva che è la matrice dell’arte Sepik.

Gli ottanta disegni in esposizione costituiscono un documento straordinario. Raccontano la cultura visiva di una comunità in un momento preciso della sua storia. A settant’anni di distanza dalla loro raccolta, la donazione fatta al MUSEC prende così forma in un’opportunità per aprire riflessioni e prospettive inedite che indagano l’arte, l’antropologia e la pedagogia.

In mostra i disegni dialogano con alcuni capolavori provenienti dalla Papua Nuova Guinea della Collezione Brignoni e con una selezione di opere d’arte contemporanea di artisti locali provenienti dal Welkulturen Museum di Francoforte.


Maggiori informazioni

Caratteristiche

  • TIPOLOGIA Mostre e fiere , Ritrovi