138349
Image 0 - San Salvatore - Morcote, tra natura e cultura
Image 1 - San Salvatore - Morcote, tra natura e cultura
Image 2 - San Salvatore - Morcote, tra natura e cultura
Image 3 - San Salvatore - Morcote, tra natura e cultura
Image 4 - San Salvatore - Morcote, tra natura e cultura
Image 5 - San Salvatore - Morcote, tra natura e cultura
Image 6 - San Salvatore - Morcote, tra natura e cultura
Image 7 - San Salvatore - Morcote, tra natura e cultura
Image 8 - San Salvatore - Morcote, tra natura e cultura
Image 9 - San Salvatore - Morcote, tra natura e cultura
Image 10 - San Salvatore - Morcote, tra natura e cultura
Image 11 - San Salvatore - Morcote, tra natura e cultura
Image 12 - San Salvatore - Morcote, tra natura e cultura
Image 13 - San Salvatore - Morcote, tra natura e cultura
Image 14 - San Salvatore - Morcote, tra natura e cultura
Image 15 - San Salvatore - Morcote, tra natura e cultura
Image 16 - San Salvatore - Morcote, tra natura e cultura
Image 17 - San Salvatore - Morcote, tra natura e cultura
Image 18 - San Salvatore - Morcote, tra natura e cultura
Image 19 - San Salvatore - Morcote, tra natura e cultura

San Salvatore - Morcote, tra natura e cultura

Descrizione

Lasciati incantare dal Monte San Salvatore: saprà regalarti splendide vedute sulla regione e piacevoli passeggiate. Come prima escursione scegli quella che dalla cima raggiunge il lago a Morcote. Dalla terrazza sulla vetta del monte perditi nel panorama: il lago, la Pianura Padana e le vette delle Alpi svizzere e savoiarde. Visita Carona, borgo di artisti, dove visse Hermann Hesse. Ammira il Parco San Grato con i suoi rododendri, le sue azalee e le sue conifere.

È il simbolo di Lugano, meta di una bella escursione panoramica: il San Salvatore non offre soltanto splendide vedute da ogni lato, ma anche infiniti itinerari per camminatori. Un grande classico è il tour che dalla cima, attraverso boschi di castagni, raggiunge il lago a Morcote. La salita è un optional, dato che in 12 minuti la funicolare da Lugano-Paradiso porta a quota 909 m. Per conquistare la vetta ci vogliono dieci minuti: è il tempo che occorre a salire dalla stazione a monte della funicolare alla terrazza-belvedere della cima. Qui il panorama a 360° è quasi indescrivibile e si estende dal lago di Lugano alla Pianura Padana, per terminare con le vette delle Alpi svizzere e savoiarde.

 

La successiva discesa a Morcote ha un inizio piuttosto ripido, ma da Ciona si cammina senza grandi dislivelli su comodi percorsi escursionistici. Attraverso il bosco si raggiunge Carona, il paese degli artisti, dove tra gli altri trovò ispirazione Hermann Hesse. Qui si consiglia una visita al giardino botanico di Parco San Grato, con la sua selezione di rododendri, azalee e conifere. Passando per il santuario della Madonna d'Ongero (XVII secolo), una piacevole strada da Carona scende in un'ora all'Alpe Vicania, il cui grotto d'estate esercita una magica attrazione sulla gente del posto.

 

Superando un idilliaco bosco di castagni e scendendo oltre cento gradini, si arriva infine al lago nella pittoresca località di Morcote, dove un viaggio in battello fino a Lugano è la degna conclusione di questa magnifica escursione in Ticino.

Suggerimenti

  • Scarponcini da trekking
  • Berretto
  • Borraccia
  • Occhiali da sole
  • Crema protettiva
  • Cartina escursionistica
  • Macchina fotografica
  • Cibo

 

Montagnepulite: Questo progetto nasce per favorire la gestione efficace e sostenibile delle capanne alpine sul territorio ticinese. In particolare la gestione dei rifiuti. La gestione responsabile dei rifiuti in montagna è questione di buon senso. Tutti noi possiamo dare un contributo:

https://www.montagnepulite.ch/it/regole-d-oro

Varianti

Se si vuole contemplare al meglio la regione si consiglia il rientro in battello a Lugano durante la bella stagione.

Google Street View

Presso questo itinerario

HikeTicino: l’App per tutti i percorsi!