138496
Image 0 - Maggia e il
Image 1 - Maggia e il
Image 2 - Maggia e il
Image 3 - Maggia e il
Image 4 - Maggia e il
Image 5 - Maggia e il
Image 6 - Maggia e il
Image 7 - Maggia e il
Image 8 - Maggia e il
Image 9 - Maggia e il
Image 10 - Maggia e il
Image 11 - Maggia e il
Image 12 - Maggia e il
Image 13 - Maggia e il
Image 14 - Maggia e il
Image 15 - Maggia e il
Image 16 - Maggia e il
Image 17 - Maggia e il
Image 18 - Maggia e il
Image 19 - Maggia e il

Maggia e il "Giro della Valle del Salto"

Descrizione

Goditi un’escursione tra i boschi su facili sentieri ben tracciati. Attraversa passaggi scavati nella roccia e maggenghi e visita una graziosa cappella votiva affrescata da Giovanni Antonio Vanoni. Poi sosta sullo splendido promontorio di Cassinella coi suoi prati falciati, i tipici rustici e la suggestiva cappellina dominata da un antico castagno. Un paesaggio idilliaco ti aspetta.

Questo itinerario circolare si svolge su comodi sentieri, in terreno prevalentemente boschivo, e non presenta dislivelli rilevanti. Il suo sviluppo tuttavia non va sottovalutato. È consigliabile percorrerlo nel senso descritto, poiché il versante sinistro, leggermente più corto, presenta una risalita meno impegnativa dopo l'attraversamento della valle. Oltre il Riale del Salto bisogna girare a destra: comincia una salita lunga, ma sempre piuttosto dolce e regolare.

 

Il sentiero, ripristinato di recente, presenta dapprima lunghi tratti con lastricato o acciottolato, in seguito belle scalinate in sasso, robusti muri di sostegno e anche alcuni passaggi scavati nella roccia. Numerosi maggenghi sfoggiano splendide costruzioni in sasso: ora riadattate per la villeggiatura, esse ospitavano un tempo una grande quantità di persone dedite alla fienagione, alla pastorizia, al taglio dei boschi e alla caccia. A Braiaa (592 m.s.m.) c'è una piccola cappella votiva affrescata da Giovanni Antonio Vanoni. Il monte Canaa (914 m.s.m.), invece, è il punto culminante dell'escursione. Qui il sentiero scende per circa 150 m fino al Riale del Salto. Lo si attraversa in vicinanza della presa, che lo inghiotte per trasformarlo in corrente elettrica.

 

Si cambia poi direzione per un lungo tratto in leggera salita, fino al profondo solco della valle del Ringio, dove l'uomo ha fornito la sua miglior prova di perizia e coraggio costruendo un sentiero sul quale transitare senza pericolo con carichi e bestiame. Dopo questo arduo passaggio, una pausa è d'obbligo sullo splendido promontorio di Cassinella (777 m.s.m.), coi suoi prati falciati, i rustici e la cappellina dominata da un antico castagno. Da qui si scende in circa mezz'ora alla Cappella della Pioda.

Suggerimenti

  • Scarponcini da trekking
  • Berretto
  • Borraccia
  • Occhiali da sole
  • Crema protettiva
  • Cartina escursionistica
  • Macchina fotografica
  • Cibo

 

Montagnepulite: Questo progetto nasce per favorire la gestione efficace e sostenibile delle capanne alpine sul territorio ticinese. In particolare la gestione dei rifiuti. La gestione responsabile dei rifiuti in montagna è questione di buon senso. Tutti noi possiamo dare un contributo:


https://www.montagnepulite.ch/it/regole-d-oro

Varianti

-

Google Street View

Presso questo itinerario

HikeTicino: l’App per tutti i percorsi!