148469
Image 0 - Castel San Pietro - Campora - Monte - Alpe di Caviano - Castel San Pietro
Image 1 - Castel San Pietro - Campora - Monte - Alpe di Caviano - Castel San Pietro
Image 2 - Castel San Pietro - Campora - Monte - Alpe di Caviano - Castel San Pietro
Image 3 - Castel San Pietro - Campora - Monte - Alpe di Caviano - Castel San Pietro
Image 4 - Castel San Pietro - Campora - Monte - Alpe di Caviano - Castel San Pietro
Image 5 - Castel San Pietro - Campora - Monte - Alpe di Caviano - Castel San Pietro

Castel San Pietro - Campora - Monte - Alpe di Caviano - Castel San Pietro

L'itinerario prende avvio nel cuore di Castel San Pietro, facilmente raggiungibile anche con l’Autopostale (fermata Castel S. Pietro Posta).

Da qui si sale lungo la “Via Obino”, tratto iniziale della strada cantonale per Monte, che porta all’omonima frazione, la più antica frazione del Comune di Castel San Pietro menzionata dai documenti scritti. Attraversando il nucleo storico, con una piccola deviazione di percorso, si può salire al promontorio sul quale, in posizione isolata e panoramica, si trova la bella chiesa di S. Antonio. 

Seguendo le indicazioni escursionistiche ufficiali si prosegue in direzione di Monte. Vi capiterà di incrociare la strada cantonale in diversi punti, prestate dunque attenzione prima di attraversare!

Dopo circa 1 ora di cammino raggiungerete il nucleo di Campora, storico villaggio della Valle di Muggio. Il comodo e ampio sentiero entra nel bosco e da qui si risale leggermente in direzione di Monte.
Il pittoresco villaggio di Monte, situato su un promontorio ben soleggiato, offre diverse possibilità di ristoro prima di riprendere il sentiero di montagna che porta all’Alpe Caviano, superando un dislivello di circa 300 metri. 

L’Alpe Caviano a 967 metri di altitudine si trova sul versante sud del massiccio del Monte Generoso. Dopo l'ospizio del Passo del Gran San Bernardo, è il rifugio alpino situato più a sud della Svizzera. Da qui la vista spazia tra il Basso Mendrisiotto e la metropoli di Milano, ben visibili il Duomo e i palazzi alti del centro, passando per la Pianura Padana, il Monviso al confine con la Francia e l'intero gruppo del Monte Rosa. 

Al rifugio è disponibile acqua potabile dalla rete comunale, acqua calda istantanea tramite bollitore a gas automatico, elettricità 220V/380V. Nessun allacciamento telefonico, ricezione 3G (bassa) a pochi metri verso la strada, Wi-Fi gratuita. Piccola dispensa per bevande e beni di consumo a lunga conservazione, servizio esterno per evitare di salire al primo piano agli ospiti di passaggio. Attenzione: il rifugio è aperto solo su riservazione!

Per scendere verso Castel San Pietro, si prende una caratteristica mulattiera con fondo in ciottoli che scende dolcemente e che in circa 1 ora di cammino ci riporta al nostro punto di partenza.

Suggerimenti

  • Scarponcini da trekking
  • Berretto
  • Borraccia
  • Occhiali da sole
  • Crema protettiva
  • Cartina escursionistica
  • Macchina fotografica
  • Cibo

Montagnepulite: Questo progetto nasce per favorire la gestione efficace e sostenibile delle capanne alpine sul territorio ticinese. In particolare la gestione dei rifiuti. La gestione responsabile dei rifiuti in montagna è questione di buon senso. Tutti noi possiamo dare un contributo: https://www.montagnepulite.ch/it/regole-d-oro

Varianti

-

hikeTicino: l’App per tutti i percorsi!