40647
Image 0 - Irma Blank. BLANK
Image 1 - Irma Blank. BLANK
Image 2 - Irma Blank. BLANK
Image 3 - Irma Blank. BLANK
Dal
al

Irma Blank. BLANK

La mostra «BLANK» propone un’immersione nel «ciclo sensoriale totale» dell’opera di Irma Blank (*1934), artista tedesca trasferitasi in Italia nei primi anni Cinquanta. Enfatizzando le nozioni di «bianco» e di «vuoto», il titolo evoca l’ambizione di Irma Blank di purificare la lingua attraverso la linea e di liberarla dal suo significato. Trasformando le lettere dell’alfabeto in segni primordiali, l’artista si pone alla ricerca di una forma di idioma universale, testando i limiti dell’espressione e della comunicazione senza parole; obbiettivo perseguito anche con l’ausilio del suo corpo, gesti e respiro, utilizzati come veri e propri strumenti della sua pratica artistica. Declinata principalmente in disegni, acquarelli, inchiostri e dipinti, la sua ricerca si estende anche al mondo del libro, dell’editoria, della performance e dei suoni.

In un'opera segnata dal silenzio e dalla disciplina, la scelta cromatica nell’esplorazione dei segni grafici è di singolare importanza. Il percorso espositivo si focalizza dunque sui diversi stati che emanano dai colori, tracciati secondo una riflessione concettuale e idiosincratica, tra l'artificio dell'inchiostro scritto e l'emulazione dipinta della natura. Per contrasto ed espansione, le cromie di Irma Blank vengono enfatizzate dal luogo della mostra riallacciandosi così all’architettura della Villa e al parco che la circonda.

A cura di Johana Carrier e Joana P. R. Neves in dialogo con Carole Haensler.

Progetto in collaborazione con Culturgest, Lisbona (29.06.-08.09.2019); Mamco, Ginevra (09.10.2019-02.02.2020); CAPC, Bordeaux (27.06.-31.10.2020); CCA e Bauhaus Foundation, Tel Aviv (02.07.-29.08.2020); Museo Villa dei Cedri, Bellinzona (19.03.-01.08.2021); ICA Milano, Milano (autunno 2021); Bomba Gens Centre d’art, Valencia (autunno 2021).


Il Museo Villa dei Cedri, situato nel quartiere di Bellinzona-Ravecchia, ha sede in una villa padronale del XIX secolo, circondata da un parco di alberi secolari che si affaccia sulla piazza dell’antica chiesa di S. Biagio. Mostre temporanee ed eventi per famiglie, giovani e adulti sono regolarmente organizzati nelle sale della villa così come nel suo parco. 

Fin dalla sua apertura nel 1985, il Museo Villa dei Ceri ha privilegiato la collezione d’opere d’arte tra Otto e Novecento di area lombardo-ticinese e svizzera, aprendosi poi progressivamente sulla scena artistica contemporanea nazionale e internazionale, con una particolare attenzione al settore dell’opera su carta. Elemento caratterizzante della sua raccolta è anche la costituzione di fondi monografici relativi ad artisti di particolare rilievo, la cui ricerca si distingue per un’impronta individuale. La collezione che conta oggi quasi quattromila pezzi tra dipinti, opere su carta e sculture, rappresenta un significativo punto di riferimento per la cultura figurativa moderna e contemporanea della regione e non solo.


Orari

Mercoledì – giovedì 14 – 18
Venerdì, sabato, domenica e festivi 10 – 18
Lunedì e martedì chiuso


Biglietti

Intero CHF 10.00 / EUR 9
Ridotto CHF 7.00 / EUR 6


Contatto

Museo Villa dei Cedri
Piazza San Biagio 9
6500 Bellinzona
Tel. +41 (0)58 203 17 30 / 31
 

Caratteristiche

  • TIPOLOGIA Mostre e fiere