52281
Image 0 - La strada del vino dal piano di Magadino alla valle di Blenio

La strada del vino dal piano di Magadino alla valle di Blenio

E' un itinerario che parte in pianura e termina in valle di Blenio, dove troviamo i vigneti più particolari del cantone.


La sponda destra del Ticino gode di un'eccezionale esposizione al sole, che rende il territorio ideale per la coltivazione della vigna. Lo si sente nei vini di Gudo, che gustiamo presso la Cantina Pian Marnino, la Cantina Ramelli o l'Azienda La Segrisola.

 

Dopo una visita all'antica chiesa di S. Maria a Progero (affreschi), proseguiamo verso Sementina e le aziende Mondò e Collina di Sementina, affacciate sul piano di Magadino. Anche qui, come a Gudo, piccole aziende, produzione integrata, accurata vinificazione. Continuiamo passando per Carasso e la sponda destra della Riviera fino a Biasca, dove ha sede la giovane Azienda Agricola Monte Erto, con vigneti anche nella bassa Blenio. Imbocchiamo la "valle del sole": siamo nella regione che un tempo era devastata dalle buzze.

 

A Loderio scopriamo l'oratorio della Natività di Maria, sepolto da una frana nel 1868 e liberato da pochi anni. Poco oltre, a Semione, visitiamo le rovine del castello di Serravalle e la "cappella dei morti" sul sagrato della chiesa (notevoli affreschi). I vigneti di Ludiano sono molto interessanti: ne troviamo dappertutto, persino tra le "ganne", le pietraie. Qui in passato s'imparò a sfruttare anche il calore che proprio i massi incameravano e rilasciavano poi alle vigne: e così ecco nascere, tra un macigno e l'altro, le "töppie", pergole, a cavallo tra i sassi.

 

Vale veramente la pena di ammirare questi capolavori di architettura rurale. Molto piacevole anche la zona dei grotti, con grandi alberi a ombreggiare i tavoli e affreschi sulle case. Sulla strada per Dongio, a Motto, incontriamo l'oratorio di S. Pietro, di origini romaniche.

 

Concludiamo l'itinerario a Dongio (dove ha sede l'azienda vinicola Peduzzi), con una passeggiata ai piedi della montagna, dietro l'abitato, dove vi sono ancora alcuni grotti.