"Accetto più l’arte che me stesso" proviene da un uomo che, con la sua ricchezza di sfumature, influenza già da quattro decenni il panorama musicale italiano ed al quale dobbiamo l’idea dell’orchestra “Rondò Veneziano”.
Un suono, che unisce musica classica e pop in un'armoniosa interazione di colori, tono, emozioni e distanza.

Nonostante il Maestro Reverberi arrangi la maggior parte delle proprie composizioni seguendo lo stile tipico di “Rondò Veneziano”, registra spesso albums con i suoi classici preferiti, quelli della sua gioventù e della sua iniziale formazione: la musica di Beethoven, di Vivaldi oppure di Mozart. L’esito di questa sua tendenza dà vita all’album “La Storia del Classico” che appare nel 1998, un’affascinante connubio tra pianoforte appassionante e valido sottofondo d’orchestra.

“Rondò Veneziano” ha molto successo anche (o particolarmente) nell’area di lingua tedesca, fatto evidenziato dalla grande richiesta di CD ed esibizioni. Uno sguardo nelle sale da concerto svela quali sono gli amanti di questa musica e di questo gruppo così speciali: persone giovani, adulte e meno giovani. Tutti si lasciano incantare dal fascino del diciottesimo secolo. Infatti, grazie alle parrucche bianche e pompose, agli abbigliamenti in broccato dal color pastello ed ornati con perle e fiocchi od infine alle scarpe bianche e ed appuntite dalle tipiche fibbie smisurate, sul palcoscenico si rinnova lo splendore di quell’epoca passata. Particolari che danno un’impronta di originalità. Specialmente nel momento in cui inizia a suonare l’orchestra, nel momento in cui il pubblico trattiene il fiato, nel momento in cui note barocche si uniscono a toni pop…

“Rondò Veneziano” – un nome che rappresenta una carriera straordinaria da più di trent’anni; un nome che rappresenta un padre spirituale come il Maestro Reverberi, capace di sorprendere sempre con idee uniche ed innovative.

Un’orchestra che tende il ponte tra passato e presente, e pure più in là, grazie alla sua musica.

 

Rondò Veneziano
Palazzo dei Congressi 6900 Lugano +41 22 309 00 45

"Accetto più l’arte che me stesso" proviene da un uomo che, con la sua ricchezza di sfumature, influenza già da quattro decenni il panorama musicale italiano ed al quale dobbiamo l’idea dell’orchestra “Rondò Veneziano”.
Un suono, che unisce musica classica e pop in un'armoniosa interazione di colori, tono, emozioni e distanza.

Nonostante il Maestro Reverberi arrangi la maggior parte delle prop...

CARATTERISTICHE
TIPOLOGIA Musica
Posizione sulla mappa